quando fare la prima visita odontoiatrica

Quando fare la prima visita odontoiatrica

La prima visita odontoiatrica gioca un ruolo chiave nel garantire un sorriso sano e ben allineato per il futuro. Ma qual è la differenza tra prima visita odontoiatrica e prima visita ortodontica? Entrambe, condotte rispettivamente da un professionista specializzato in odontoiatra pediatrica (o pedodontista, cioè il dentista per bambini) e un ortodontista, permettono di individuare precocemente eventuali problematiche, fornendo un quadro completo sullo stato di salute della bocca del tuo bambino.

Protocollo prima visita odontoiatrica: in che cosa consiste?

La prima visita odontoiatrica, da effettuare tra i 24 e i 36 mesi di vita del bambino, è un momento cruciale per la sua salute orale. Il pedodontista, specializzato nella cura dei piccoli pazienti, valuterà diversi parametri, come:

  • stato di eruzione dei denti da latte

La corretta eruzione dei denti decidui è essenziale per il corretto sviluppo della bocca.

  • lunghezza dei frenuli labiali e linguali

Problemi legati ai frenuli possono influenzare la corretta crescita dei denti e la fonetica.

  • presenza di carie

Individuare precocemente la carie è essenziale per evitare problemi più gravi in futuro.

  • malocclusioni e allineamento dentale

Problemi di allineamento possono essere corretti più facilmente se individuati grazie a una diagnosi precoce.

Durante la prima visita l’odontoiatra si occupa principalmente di valutare lo sviluppo dei denti da latte, la salute delle gengive e la possibile presenza di carie, oltre a fornire al piccolo paziente e ai suoi genitori tutte le indicazioni necessarie per eseguire nella maniera più corretta le abituali pratiche di igiene orale. Ove necessario, per migliorare la precisione della diagnosi, l’odontoiatra può ricorrere a esami specifici, come una radiografia panoramica o una tomografia computerizzata.

Se, dopo la prima visita, non emergono particolari problematiche, è importante programmare comunque una seconda visita di controllo, per poter valutare lo stato di salute del bambino durante la fase di crescita. Tuttavia, nel caso in cui la salute orale del tuo piccolo richiedesse maggiore attenzione, lo specialista potrebbe pianificare terapie specifiche per risolvere eventuali problemi, come ad esempio:

  • valutare e trattare l’eventuale mancanza congenita di uno o più denti;
  • eseguire la pulizia canalare dei denti affetti da carie, se presenti;
  • gestire la cura di eventuali problematiche gengivali.

Inoltre, se durante la prima visita odontoiatrica vengono identificate problematiche strutturali riguardanti denti e mascella, l’odontoiatra ha il compito di indirizzarvi verso un controllo ortodontico.

Prenota una visita di controllo

L’importanza della prima visita odontoiatrica

La prima visita odontoiatrica è fondamentale non solo per il piccolo paziente, ma anche per i suoi genitori, che ricevono informazioni e consigli su come eseguire e monitorare le abituali pratiche di igiene orale quotidiana del bambino.

La cura dei denti decidui non deve essere trascurata solo perché questi verranno sostituiti dai denti permanenti in un secondo momento: i denti da latte, infatti, sono fondamentali per l’equilibrio e lo sviluppo delle arcate dentali del bambino e la presenza di carie sui denti decidui, oltre a provocare dolore e infezioni, può portare a:

  • una precoce perdita dei denti decidui;
  • riduzione dello spazio disponibile per l’eruzione dei denti permanenti;
  • possibili malocclusioni.

prima visita odontoiatrica

Prima visita ortodontica: come si svolge?

L’ortodontista, specialista in Ortodonzia, è il professionista che si occupa di: prevenire, diagnosticare e correggere eventuali anomalie nello sviluppo delle ossa della bocca e dei denti. Durante la prima visita ortodontica, l’ortodontista esegue un’analisi approfondita dell’apparato masticatorio e valuta attentamente la situazione clinica del piccolo paziente.

Vengono esaminati vari aspetti, tra cui:

  • la crescita ossea – che comprende lo sviluppo scheletrico di mascella, palato e mandibola;
  • le funzioni orali – viene effettuata una valutazione di masticazione, respirazione, deglutizione e fonazione;
  • la salute delle articolazioni temporomandibolari – vengono controllate le articolazioni coinvolte nei movimenti della mandibola;
  • la presenza di abitudini viziate, come digrignamento dei denti, onicofagia, succhiamento del dito, del ciuccio o del biberon;
  • la posizione dei denti per individuare possibili disallineamenti e malocclusioni.

La prima visita ortodontica è un momento importante, in cui lo specialista può stabilire se procedere con un trattamento ortodontico o inserire il paziente in un programma di monitoraggio periodico.

Quando fare la prima visita ortodontica?

La prima visita ortodontica può essere effettuata a qualsiasi età, sia nell’adulto sia nel bambino. Tuttavia, si consiglia un primo controllo intorno ai 5/6 anni di età, quando inizia la permuta dentale.

Prima visita: come preparare il bambino?

Per evitare che il bambino associ le visite dal dentista a esperienze negative, è importante adottare alcune precauzioni:

  • evitare di trasmettere paura o ansia;
  • instaurare un rapporto di fiducia con il dentista;
  • creare un’atmosfera serena e tranquilla, presentando l’appuntamento come un’esperienza normale e persino divertente.

È importante affidarsi a professionisti che adottino un approccio psicologico, oltre che dentistico, adeguato all’età del piccolo paziente.

Differenze tra visita odontoiatrica e visita ortodontica

Mentre la prima visita odontoiatrica si concentra sulla salute generale della bocca, igiene orale e prevenzione, la prima visita ortodontica si focalizza sullo sviluppo di ossa e denti, con l’obiettivo di garantire un sorriso ben allineato e una corretta masticazione. Entrambe, tuttavia, sono cruciali per la salute orale complessiva del bambino e dell’adulto.

Prenota una visita di controllo

Asisa Care
Call Now Button